310x0_1401566284247_small_140531_213001_To310514P_01

Calcio, niente Mondiali per Montolivo. Confermata la frattura della tibia

“Frattura della tibia” per Riccardo Montolivo e dunque “addio ai Mondiali”. La diagnosi è di quelle che non lasciano dubbi e arriva da Enrico Castellacci, medico della Nazionale intervistato dalla Rai. “Montolivo ha quello che sospettavamo, ha una frattura della tibia. Non ho ancora visto la radiografia per valutare la gravità, ma per una frattura della tibia può prospettarsi anche un intervento chirurgico”. L’infortunio è arrivato sul campo del Craven Cottage di Londra dove gli azzurri erano impegnati contro l’Irlanda nell’ultima amichevole, finita poi con uno 0 a 0, prima delle convocazioni che Cesare Prandelli diramerà per decidere la lista dei 23 per il Mondiale in Brasile. “E’ un grandissimo dispiacere prima di tutto per il ragazzo, – spiega Castellacci – che non meritava di non venire ad un Mondiale al quale teneva tantissimo, come noi tenevamo a lui. La frattura lo terrà fuori per qualche mese, comunque poi tornerà forte come prima, perchè dalle fratture ci si riprende”.

Montolivo sostituito da Aquilani anche lui colpito alla testa e costretto a uscire
Dopo soli 13 minuti di gioco il centrocampista azzurro è stato costretto a lasciare il campo: toccato duro in un contrasto con Alex Pearce, una volta a terra gridava “è rotto è rotto” tenendosi la gamba sinistra. E’ stato immediatamente soccorso e portato via in barella. Dai volti scuri del giocatori azzurri, dell’allenatore e dei compagni in panchina è subito stato chiaro che si trattasse di qualcosa di serio. Al suo posto Prandelli ha mandato Alberto Aquilani che pochi minuti dopo l’ingresso in campo è stato anch’egli vittima di un infortunio: questa volta un colpo alla testa rimediato in un contrasto aereo con l’irlandese Ward. Il centrocampista viola è stato trasportato in ospedale per accertamenti ma il medico della Nazionale ha chiarito che le sue condizioni sono più tranquillizzanti: “Alberto ha un trauma commotivo alla testa ma neurologicamente è negativo. Comunque per scrupolo abbiamo deciso di fare una TAC del quale non ho ancora risposta, ma è a scopo cautelativo” rassicura il dottor Castellacci.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Calcio-grave-infortunio-per-Riccardo-Montolivo-nella-amichevole-con-Irlanda-14554819-f4a8-426a-ab3a-435b654d2044.html

310x0_1401566284247_small_140531_213001_To310514P_01

image

Mondiali 2014, Italia: rivoluzione tecnologica a Coverciano

Il capo spedizione Albertini ha illustrato gli accorgimenti per preparare al meglio gli azzurri. Dalle app al Gps, alla Casetta Manaus, per non arrivare bolliti come alla finale dell’Europeo

Silicon Valley? No, Silicon Coverciano. La Nazionale verso il Mondiale nel nome della tecnologia. Demetrio Albertini, presidente del Club Italia e capo delegazione degli azzurri in Brasile, e i preparatori Renzo Casellato e Giambattista Venturati hanno illustrato tutti gli accorgimenti presi per preparare al meglio la spedizione. “Tutto nasce dalla finale persa all’Europeo contro la Spagna – spiega Albertini -. Ci arrivammo con giocatori esausti, stremati. Non vogliamo che accada più. Ottimizzare il recupero tra un incontro e l’altro, questa è la chiave”. Ecco alcuni capisaldi di Silicon Coverciano:
1) Telecamere fisse sui due campi di allenamento. Rivedersi aiuta a capire dove si è sbagliato e come si può migliorare.
2) Gps addosso ai giocatori per monitorarne spostamenti e velocità di corsa.
3) Accordo col Politecnico di Milano per sensori che misurano la forza di ogni singolo giocatore.
4) Una app (applicazione) in cui far confluire dati, video, profili degli avversari. Questo è il “pezzo forte” del programma perché consentirà allo staff di creare una specie di passaporto tecnologico per ogni singolo giocatore, un card con microchip aggiornata di continuo.
5) Test Tmg per verificare la cosiddetta “fatica locale”: in pratica il giocatore fa degli scatti ripetuti sul breve e sensori applicati alle cosce monitorano lo stato dei suoi muscoli. Utile per prevenire infortuni. I test, però, sono ovviamente tanti di più. Oggi per esempio è stato effettuato il test di Monioni, che stabilisce la soglia anaerobica.
6) Analisi della variazione del battito cardiaco, grazie all’istituto Biotecna. Può servire anche per valutare l’aspetto psicologico, la carica motivazionale del giocatore.
“terra-terra” — Accanto a questi accorgimenti tecnologici, ce ne sono altri più terra terra, ma ugualmente rilevanti.
1) Rifatti tutti i manti erbosi dei campi di Coverciano. Erba tagliata a sei centimetri, come sarà in Brasile. Un agronomo è stato mandato a Mangaratiba per far sì che il terreno del ritiro rispetti gli stessi standard. Piccolo particolare: al Mondiale sarà l’addetto al campo della Fifa a decidere se bagnare il campo, e l’innaffiatura ci sarà soltanto se il terreno risulterà molto duro.
2) Casetta Manaus: palestrina dotata di tapis roulant e cyclette in cui vengono ricreate le condizioni climatiche di Manus e delle città del Nordest del Brasile dove giocherà l’Italia. Un modo per adattare il fisico a caldo e umidità asfissianti. Alla fine di ogni “prova” nella casetta Manaus prelievo ematico a un orecchio per valutazione dell’acido lattico.
3) Stanza di discussione negli spogliatoi. Un ambiente in cui ci si sofferma per parlare del lavoro che si è svolto e che si svolgerà, perché confrontarsi è importante.
4) Ristorante diviso in “isole”, per facilitare il lavoro della nutrizionista. Pasti più digeribili in vista delle partite.
5) Crioterapia, terapia del freddo, per recuperare dalla fatica e curare acciacchi muscolari. “Prevedere l’imprevisto, è questo lo scopo – dice Albertini -. Perché di imprevisti in Brasile ce ne saranno tanti. Sarà un Mondiale impegnativo per logistica e clima. La cosa più importante sarà la lettura dei dati. Non ci basta più arrivare in finale…”. Venturati a chiudere: “Prandelli ha bisogno di elementi concreti, scientifici, per rafforzare le sue convinzioni tecniche”. Meno soggettività più oggettività, questo è lo slogan.
image
presidente-non-vendere-verratti-alla-juve

Mondiali Calcio 14, fuori Verratti?

Mondiali Calcio 14, fuori Verratti?
Niente sogno mondiale per il pescarese Marco Verratti. Prandelli infatti probabilmente ha deciso di tenerlo fuori dalla rosa dei 23 giocatori che andranno a giocarsi il titolo in Brasile

Mondiali Calcio 14, fuori Verratti?

Molto probabilmente Marco Verratti non andrà ai Mondiali. A quanto pare, infatti, il campione di Manoppello tornerà a casa alla fine del ritiro e dunque non sarà inserito nella rosa dei 23 che andranno a giocarsi la Coppa del Mondo in Brasile.

A remare contro Verratti, l’ampia scelta di centrocampisti a disposizione di Prandelli, che potranno sostituire Pirlo.

http://www.ilpescara.it/sport/mondiali-calcio-14-fuori-verratti.html

presidente-non-vendere-verratti-alla-juve

image

Prandelli aspetta Rossi: “E’ uno spot per il calcio. Balotelli? I Mondiali come una svolta”

Il Ct dell’Italia, Cesare Prandelli, non chiude le porte a Rossi: “Aspettiamo di capire come sta, è un esempio”. Carezze a Balotelli: “In Nazionale ha sempre fatto bene”.

L’avventura Mondiale è alle porte, il rinnovo fino al 2016 con la Figc già in tasca. Cesare Prandelli, intervistato in esclusiva da ‘Mediaset’, prova così a leggere le carte della sua Italia, tenendo la porta aperta a Giuseppe Rossi e spronando ancora Balotelli.

“Vogliamo giocare, essere protagonisti e sorprendere. Non solo essere passivi. In questo gruppo c’è un ambiente stimolante, ma senza grandi problemi. La prima regola è quella di creare un gruppo forte, compatto, che vada oltre le qualità tecniche e tattiche e abbia le risorse per superare i momenti difficili, che arrivano”, spiega Prandelli.

Che poi ammette: “La sopportazione alla fatica, già sperimentata un anno fa in Confederation Cup, i problemi legati al recupero giocando ogni tre-quattro giorni sono le cose che mi preoccupano. Stiamo lavorando molto su questo per arrivare al meglio. E’ un aspetto fondamentale.

La capacità di reazione, la sopportazione dei fattori climatici, la fatica fisica. Su questo ci sarà da fare una riflessione prima di effettuare le scelte che sono sempre dolorose, è difficile comunicare a un giocatore i perché di una esclusione. Io confido molto nella maturità dei ragazzi, nella capacità di valutare le mie scelte”.

Quindi il Ct tiene vive le speranze di Giuseppe Rossi: “Sta rincorrendo la migliore condizione, lo abbiamo aspettato e lo aspettiamo. La sua radiosità, la sua serenità, la sua classe sono un messaggio bello per tutto il calcio. Siamo tutti molto curiosi di capire come sarà”.

E pungola Balotelli, ricordando: “In Nazionale non ha mai avuto comportamenti fuori dalle regole. Ha giocato partite importanti, ha una media goal molto alta e io lo valuto per quello che ha fatto e fa in maglia azzurra. Mario sa che il Mondiale può segnare la svolta nella vita di un calciatore. Mi auguro che in questi giorni di preparazione abbia capito che dovrà saper sopportare molte provocazioni. Se arriva preparato penso che possa fare molto bene“.

La chiosa, infine, è dedicata al capitolo rinnovo: “Per la prima volta il calcio italiano manda un messaggio diverso da quello che è sempre stato. Nel senso che c’è la volontà di programmare, di andare oltre la situazione contingente. Per questo, anche per questo ho accettato la proposta della Federcalcio. So benissimo però che ai Mondiali tutti si sentono commissario tecnici, e in tal senso posso pensare che avrò tanti amici in più e anche qualche nemico in più”.

http://www.goal.com/it/news/4557/mondiali-2014/2014/05/27/4843638/prandelli-aspetta-rossi-e-uno-spot-per-il-calcio-balotelli-i

image

samuel_etoo

CALCIO, MONDIALI: CAMERUN MINACCIA SCIOPERO PER PREMI PARTITA

Il Mondiale non è ancora iniziato ed è già scoppiato il caso Camerun. Terzo avversario del Brasile nella fase a gironi la Federazione del Paese africano è alle prese con i malumori dei giocatori che a una manciata di giorni dall’esordio mondiale, previsto per il prossimo 13 giugno contro il Messico all’Arena das Dunas, minacciano di scioperare per la mancanza di un accordo su premi e bonus. A capitanare dal ritiro in Austria il braccio di ferro con la Federazione calcio camerunense il giocatore più rappresentativo della nazionale dei Leoni Indomabili, Samuel Eto’o, che ha rifiutato l’offerta di 40 milioni di franchi camerunensi, circa 37mila euro, cifra inferiore a quella stanziata 4 anni fa in occasione del mondiale in Sudafrica. Secondo la stampa africana il Ghana pagherà ai suoi giocatori 35 milioni di franchi, mentre la Costa d’Avorio ne metterà sul tavolo 50. Nello scontro con la Federazione i giocatori minacciano di non scendere in campo nell’amichevole in programma domenica contro il Borussia Monchengladbach, squadra che milita in Bundesliga. Una scena già vista in passato con Eto’o ancora una volta a capo della protesta: era il novembre del 2011 quando la Nazionale disertò il match in programma contro l’Algeria. In quell’occasione il capitano della squadra africana venne sanzionato con 15 match di squalifica.

http://sport.repubblica.it/news/sport/calcio-mondiali-camerun-minaccia-sciopero-per-premi-partita/4505243

samuel_etoo

fiat-calcio-nazionale-italia_2

La Fiat ai Mondiali di calcio 2014 con l’Italia

Un’intera “flotta” di modelli della Fiat saranno a disposizione della Nazionale di calcio nella trasferta brasiliana – See more at: http://www.alvolante.it/news/fiat-ai-mondiali-calcio-2014-con-italia-335615#sthash.PpFt7X1X.dpuf

In qualità di “top sponsor” della Nazionale italiana di calcio, impegnata dal 12 giugno in Brasile per l’avventura mondiale, la Fiat ha realizzato una speciale Fiat Panda 4×4 personalizzata dal Centro Stile FCA in segno di buon augurio (qui sopra con l’allenatore Prandelli). Esposta all’ingresso del Centro Tecnico di Coverciano (Firenze), è caratterizzata dai calciatori stilizzati, dalle quattro stelline (una per ogni trionfo mondiale) e dai loghi Fiat e FIGC in bella vista. Inoltre, in occasione delle partite ufficiali, delle amichevoli e dei ritiri, il team italiano avrà a disposizione una flotta composta dai modelli Freemont, Linea, Doblo, Punto, Bravo, Palio e Grand Siena. Un’operazione che conferma l’importanza commerciale del Brasile nelle strategie del marchio italiano.

IL CONCORSO – Non manca un’iniziativa per i tifosi: fino al 28 maggio, il concorso web “La Tua Strada per Rio” (latuastradaperrio.it) mette in palio 3 viaggi per seguire la Nazionale a “Casa Azzurri” e 7 kit di abbigliamento Ufficiale dell’Italia. I partecipanti devono rispondere ad alcune domande sulla storia della Nazionale. Tra i primi 100 classificati verranno estratti i 10 vincitori dei premi.

http://www.alvolante.it/news/fiat-ai-mondiali-calcio-2014-con-italia-335615

fiat-calcio-nazionale-italia_2

Barcelona v Santos - Pre Season Friendly

Calcio, Mondiali; Neymar sfida Messi: ”Lo batterò in finale”

Il brasiliano non ha dubbi su quello che sarà l’atto conclusivo della rassegna iridata. ”Gli ho augurato tutta la fortuna del mondo, ma vinceremo noi. Pressione? Normale che ci sia, ma è più importante vivere questo sogno”

http://www.repubblica.it/sport/calcio/esteri/2014/05/26/news/calcio_mondiali_neymar_sfida_messi_lo_battero_in_finale_-87256345/

Barcelona v Santos - Pre Season Friendly